MANUALE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO DENUNCIA DI SINISTRO

1) INSERIMENTO CAMPI COMUNI AREA SUPERIORE

1.data incidente
ora
2.luogo
3.feriti
inserire la data dell'incidente nel formato giorno/mese/anno.
cliccando all'interno della casella si aprira' un calendario al centro della pagina.
inserire l'ora in cui si Ŕ verificato l'incidente
Inserire il luogo dell'incidente specificando in sequenza la localitÓ Comune , via crocevia ed in particolare specificare un numero civico, un locale pubblico o altro che possa aiutare all ' identificazione del luogo  del sinistro.(molto importante) 
Specificare se vi sono stati feriti anche se lievi, selezionando una delle due possibilita'. Se vi sono stati danni fisici occorrono certificati medici per dimostrarlo e solo dopo che sara' prodotto il certificato di guarigione totale o con postumi la compagnia potrÓ liquidare il danno fisico.Di norma si presentano i vari certificati medici consegutivi, successivi al primo cetificato di pronto soccorso, ed il certificato finale di guarigione.
4. danni materiali incidente
5. testimoni
Selezionare per Specificare se oltre al veicolo A e B sono rimasti coinvolti altri mezzi . Se Ŕ stato inserito (Si) comparirÓ un bottone in basso a destra del modulo con scritto C-D per consentire l ' inserimento  di  altri veicoli coinvolti
Specificare se vi sono testimoni precisando cognome , nome , indirizzo , telefono , codice fiscale , documento di identitÓ, indicando se il testimone era per esempio trasportato sul veicolo (ABCD) oppure estraneo
Specificare se sono rimasti coinvolti anche oggetti  differenti da veicoli. esempio recinzioni private , pertinenze stradali altro.
2) INSERIMENTO CAMPI DATI COLONNA  

Inserire le generalita' del contraente (colui che ha stipulato firmato il contratto ) che posono coincidere con il nome dell'assicurato.

Inserire il Cognome , il Nome , il Codice fiscale oppure la partita iva se si tratta di una Azienda.

E' FONDAMENTALE INDICARE IL CODICE FISCALE E LA PARTITA IVA SE SI DESIDERA UN RAPIDO RISARCIMENTO

Inserire l'indirizzo specificando il Comune , la Provincia , la Via , lo Stato.Proseguire con l'inserimento del numero di telefono o Email

(E' MOLTO IMPORTANTE INSERIRE ALMENO UN RECAPITO TELEFONICO ANCHE CELLULARE PER VELOCIZZARE L'INTERVENTO DEL PERITO)   

Per selezionare il tipo di veicolo cliccare sul pulsante. ComparirÓ un menu' a discesa (vedere immagine sul lato destro) . Dopo aver scelto un tipo di veicolo il menu' scomparirÓ e nel campo veicolo comparirÓ l'opzione selezionata.E' INDISPENSABILE selezionare un tipo di veicolo per poterlo visualizzare e muovere nel GRAFICO DELL'INCIDENTE.Sono state inserite nel Menu' diverse opzioni per poter effettuare un ' analisi detagliata e automatizzata del sinistro che verrano inserite e rese operative con le versioni successive. 

Proseguire con l'inserimento della marca e tipo del veicolo, il numero di targa o telaio se non Ŕ prevista la targa.E' preferibile inserire il numero che compare nel contrassegno di polizza. Continuare con l'insermento dello stato di immatricolazione.Se il mezzo traina un rimorchio agganciato al momeno del sinistro specificarlo.

Per selezionate la compagnia di assicurazione cliccare sul pulsante. ComparirÓ un menu' a discesa (vedere immagine sul lato destro) . Dopo aver scelto la compagnia il menu' scomparirÓ e nel campo Denominazione  comparirÓ l'opzione selezionata.E' INDISPENSABILE selezionare la  compagnia  per poter  visualizzare l'indirizzo nelle lettere prodotte in automatico (nella lettera compariranno in automatico telefono fax indirizzo internet della compagnia ricavate dal sito internet dell' I.S.V.A.P e o ANIA) . Proseguire con l'inserimento del numero di Polizza ricavato dal certificato di assicurazione. Quindi inserire la validitÓ della copertura assicurativa o carta verde. Inserire la localitÓ dell'agenzia  precisando il codice identificativo. Inserire la Denominazione societaria dell'Agenzia .L'indirizzo del'agenzia inserendo il comune, la provinia (PR) la via senza anteporre (VIA) all'interno del campo., il numero civico (N), il codice di avviamento postale , il numero di telefono o email (MOLTO IMPORTANTE ). Per ultimo specificare se il veicolo Ŕ coperto anche con altre polizze in grado di risarcire il danno (barrare la casella (SI)se il veicolo Ŕ coperto con polizze dette Kasko mini Kasko o altro ) SONO GARANZIE AGGIUNTIVE E SI POSSONO ACQUISTARE PAGANDO UN SUPPLEMENTO AL PREMIO PER LA GARANZIA RCA. 

Se i dati del  conducente corrispondono ai dati dell'assicurato / contrante campo 6. cliccando sul pulsante posto sul lato destro della descrizione, si ha la possibilitÓ di copiare i dati del contraente assicurato.Se Ŕ stato immeso il codice fiscale del contraente /assicurato la data di nascita della sezione 9.conducente sarÓ calcolata i automatico in base al codice fiscale inserito.Quindi aggiungere nei  campi rimasti vuoti. il numero della patente, la categoria della patente e la validitÓ della stessa o del documento di identitÓ.

La scritta verde che compare Ŕ il risultato della determinazione delle responsabilitÓ , verra' spiegato nel paragrafo successivo.
Se Ŕ stato selezionato un tipo di veicolo nella sezione 7. comparirÓ l'immagine generica dell'oggetto.Cliccando intorno all'immagine lato esterno comparirÓ una freccia che si posizionerÓ in prossimita' del bordo esterno della figura.Tale raffigurazione Ŕ importante per identificare il punto d'urto iniziale verificatosi  durante il primo contatto avvenuto tra i mezzi od oggetti coinvolti.La freccia puo' anche identificare la direzione di provenienza dell'altro veicolo.SOLO PUNTO D'URTO INIZIALE DI CONTATTO. Per tale motivo non e' consentito aggiungere  altre  frecce.Se nella sezione 7 non viene pi¨ selezionato un tipo di veicolo l'immagine scompare o se viene modificata di conseguenza variera' limmagine ma non cio' che e' stato selezionato.

Inserire i danni riportati dal veicolo solo per le parti visibili , esempio (paraurti rotto, cofano , parafango ecc ) Se non si conoscono le parti del veicolo specificare solo parte anteriore DX(destra )intera parte anteriore , parte laterale centrale ecc.

Potete aggiungere un'osservazione del tipo il veicolo B Ŕ passato con il semaforo rosso o altro. E' preferbile aggiungere particolari osservazioni nella DESCRIZIONE VERBALE DEL SINISTRO .a causa del limitato spazio disponibile.
3) INSERIMENTO VERIFICA RESPONSABILITA'
Per selezionare una delle 17 caselle che identificano la modalitÓ di accadimento del sinistro, al fine di accertarne le responsabilita', in base all'allegato A del nuovo decreto legge, occorre posizionare l'icona del mouse sopra la casella della colonna di A o B o C o D.Si vedra' che il simbolo del mouse cambiera' forma e diverra' una icona a forma di manina. Cliccare e dopo qualche istante comprirÓ una X per dimostrare che l'operazione Ŕ andata a buon fine. Per deselezionare la casella cliccare nuovamente sulla casella ove compare la X , consentendo dopo breve istante la scomparsa della stessa.
Per ottemperare alla cancellazione dell'opzione non corretta , ad esempio se si vuole cancellare la scritta IN FERMATA , e' sufficiente posizionare l'icona del mouse sopra la scritta e dopo aver cliccato comparira' una riga orizzontale nera. Procedere nuovamente come sopra per far scomparire la riga.
Dopo aver cliccato su una o pi¨ caselle, comparirÓ il numero delle caselle selezionate in automatico.

Se sono state selezionate le caselle di A o B o C ecc comparira' una scritta di colore bianco, giallo, verde, rosso, con le relative responsabilita'. Se sono state selezionate piu' caselle, per singolo veicolo comparira' NON CLASSIFICATO , perche' non e' contemplato nella casistica riportata nel decreto ALLEGATO A.Comunque Selezionando piu' caselle la decisione del gado di responsabilita' viene comunque valutato in base alla dinamica.

4) DISEGNO DEL GRAFICO DEL SINISTRO SPOSTAMENTO VEICOLI

Se sono stati selezionati  uno o dei veicoli di A B C D tramite il punto 7. verranno  visualizzati  all ' interno dell ' area del grafico del sinistro IN AUTOMATICO .

Per muovere i veicoli e posizionarli correttamente nel grafico occorre scegliere il veicolo da spostare.ComparirÓ la lettera A BLU o B GIALLA al centro dei pulsanti direzionali. 

Cliccare sul bottone (C)  e successivamente su uno dei bottoni freccia per spostare l'oggetto veicolo in alto in basso a destra a sinistra. Ogni selezione fa muovere l'oggetto di una posizione nello spazio.

Le frecce >> ^<< consentono uno spostamento maggiore.

Per ruotare l'oggetto selezionato  cliccare su uno dei pulsanti 10░ 40░ 90░ a sinistra o a destra.

Se Ŕ stato selezionato il punto 4 danni materiali veicoli oltre AoB con il (SI) compariranno  pulsanti A-B a sinistra o C-D a destra che consentono di passare ALL'INSERIMENTO VARIAZIONE  MODIFICA DEI  veicoli AB O CD. 

  

 















5) SELEZIONE DELLA STRADA E CONDIZIONI METEOROLOGICHE



Cliccando sul pulsante STRADA comparira' una nuova pagina con tre tipi di scelta. .

La prima consentira' di selzionare le condizioni meteo .

La seconda consentira' di selezionare il tipo di fondo stradale, e assieme alla precedente scelta si otterranno le condizioni  di imput determinanti per la ricerca del coefficiente di attrito al fine di poter determinare le velocita' dei veicoli in presenza di eventuali tracce di frenata lasciate sull'asfalto se  rilevate dalle forze dell'ordine.  

Infine cliccando su uno dei pulsanti azzurri si selezionera' il disegno del fondo stradale dell'area del sinistro, che comparira' sullo sfondo.





6) INSERIMENTO DELLO  SPAZIO DI FRENATA  - SEGNALE -  VIA PERCORSA

Per prima cosa occorre selezionare il veicolo ad esempio (C) cliccando sul pulsante C come spiegato nel movimento dei veicoli.

Nel pulsante SEGNALE VIA FRENATA  comparira' VEICOLO C , cliccando su quest'ultimo verra' aperta una nuova pagina .

Inserire il nome della via percorsa dal veicolo C attualmente selezionato.

 

Se le tracce di frenata sono state rilevate dalle foze dell'ordine e' importante specificarlo nella denuncia di sinistro per consentire un avvio della verifica della concorsualitÓ delle responsabilita'.

Quindi inserire i metri e centimetri selezionandoli con gli appositi menu e confermare per vedere subito il calcolo della velocita' presunta.

Se non vengono selezionate le condizioni metereologiche e il tipo di strada non sara' possibile calcolare la velocita' NOTA IMPORTANTE.

In fine selezionare l'eventuale segnaletica cliccando su uno dei pulsanti azzurri.

 
 
 
 

9) DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLA DINAMICA DEL SINISTRO IN FORMA VERBALE

    ANTEPRIMA DI STAMPA MODELLO CAI 

    ANTEPRIMA LETTERA DIMOSTRATIVA

A questo punto dopo aver completato il grafico o durate la raffigurazione , sara' possibile specificare dettagliatamente in forma verbale la dinamica del sinistro.

Cio' che sara' inserito verra' visualizzato nella lettera di richiesta danni da inoltrare alla propria compagnia o a quella di controparte.

Pertanto indicare quante pi¨ informazioni possibili per la chiara comprensione della dinamica.

Aggiungere altri particolari utili che possono essere fondamentali per la determinazione delle responsablita' oppure ci˛ che non e' stato possibile precisare all'interno del modello. (PER ESEMPIO OSSERVAZIONI)

Sul lato sinistro della descrizione della dinamica in forma verbale sono presenti due o piu' pulsanti.

ANTEPRIMA DI STAMPA MODELLO CAI

Cliccando sul pusante sara' possible visualizzare il modello in bienco e nero del modulo compilato.

E' in tale forma perche' quando si invia una denuncia di sinistro con il modello originale, a mezzo fax o fotocopiandolo, le copie risultano il piu' delle volte difficili da leggere perche' colorate .

Petanto e' preferibile inviare il modello firmato da entrambi i coinvolti nel sinistro in bianco e nero.

ANTEPRIMA LETTERA DIMOSTRATIVA

Cliccando viene visualizzata la lettera di richiesta danni, da inviare con in allegato il modello che contiene le informazioni sulla dinamica del sinistro.

 

10) CLICCARE PER VISUALIZZARE UN ESEMPIO DI STAMPA DELLA LETTERA , DEL MODELLO IN BIANCO E NERO PER QUATTRO VEICOLI COINVOLTI ,  DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLA DINAMICA DEL SINISTRO , CALCOLO DELLA VELOCITA' POSSEDUTA DAI VEICOLI IN FUNZIONE DELLA FRENATA RILEVATA DALLE FORZE DELL'ORDINE